Lazio e Lombardia: Wasi, ascolto per le donne migranti

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram

Uno sportello di ascolto psicologico multilingue attivo a Roma e Milano

“Wasi – Sportello psicologico per donne migranti” è  il progetto dell’Agenzia Scalabriniana per la Cooperazione allo Sviluppo, realizzato attraverso la collaborazione tra le sedi di Roma e Milano attivo dal 2019.

Alla base dell’iniziativa c’è l’idea di accogliere; il risultato è la costituzione di uno spazio protetto di ascolto e di confronto dedicato alle donne migranti, rispondendo così ad un bisogno sociale diffuso, sommerso e dichiarato allo stesso tempo.

Il progetto prevede uno sportello di ascolto che si avvale di psicologhe madrelingua. Le lingue coperte vanno dallo spagnolo, al tagalog, dall’ucraino e al russo, al portoghese: l’intento è quello di unire alla competenza professionale la piena capacità di comprensione linguistica e soprattutto culturale con l’utenza.

Inoltre, quando possibile, vengono creati dei gruppi di Auto Mutuo Aiuto in cui, partendo da uno spunto di riflessione in materia di disagi psicologici connessi alla migrazione, le partecipanti hanno così la possibilità di condividere la propria esperienza individuale.

Vengono organizzati di corsi per acquisire e valorizzare professionalità e competenze tra cui quello per il conseguimento della patente, il corso di italiano o di inglese e un corso di scrittura creativa.

WASI Sportello psicologico per donne migranti

Fonte: Piuculture / IntegrazioneMigranti

 3,091 Visite totali,  11 visite odierne