Categorie
Non categorizzato

Ambasciata italiana a Yaoundé

Camerun

Ambasciata Italiana a Yaoundé

Competenze per cittadini e cittadine residenti in Ciad, Repubblica Centrafricana, Guinea Equatoriale

Indirizzo

Quartiere Golf, Avenue Rosa Park, Yaoundé

https://goo.gl/maps/SUaYk3L7EDf8uwyE8  

Contatti

Telefono: 00 237 699 02 49 65 / 00 237 694 70 61 37

E mail: ambasciata.yaounde@esteri.it

PEC: amb.yaounde@cert.esteri.it

Orari di apertura

Dal lunedì al venerdì dalle ore 09.00 alle ore 12.30. Lunedì e mercoledì mattinate dedicate alle procedure di legalizzazione e ai visti per ricongiungimento familiare.

INFORMAZIONI PER IL RICONGIUNGIMENTO FAMILIARE

L’ambasciata collabora con l’agenzia visti BLS international . Gli uffici dell’agenzia si trovano:

DOUALA: Agence BLS -II Centre Commercial l’ATRIUM, immeuble Spar, 1er étage derrière Delsey Showroom, bureau n. bt 10-11. Tel.: + 237 233 433 763; Email: feedback.cameroon@blshelpline.com

YAOUNDE: Agence BLS – Y-BUILDING, RUE 1775 Nouvelle Route Bastos, 1er étage.

  1. prepara tutti i documenti necessari (elenco completo sotto) 
  2. registrati sul sito e prenota un appuntamento. gli orari d’ufficio sono:

    per Informarsi, prenotare, consegnare: dal lunedì al venerdì dalle 09:00 alle 13:00

    per Ritirare le domande di visto: dal lunedì al venerdì dalle 15:00 alle 16:00

  3. Paga la tassa per il visto di tipo lungo (D) pari a 77.000 CFA Per maggiori informazioni rispetto alle tariffe e i servizi aggiuntivi è possibile consultare la pagina del sito dedicata. 

    NB: richiedenti il visto possono presentare le loro domande ai servizi dell’autorità consolare alle condizioni specificate da quest’ultima, senza essere obbligati a utilizzare i Centri Visti BLS Italia.

  4. Dalla data di ricezione della domanda presso l’Ambasciata d’Italia, sono necessari almeno 15 giorni per elaborare la domanda di visto. I giorni di transito della domanda tra il Centro Visti e l’Ambasciata non sono prevedibili. 
  5. è possibile tracciare sto stato della propria domanda attraverso il seguente link. 


Per maggiori informazioni è possibile consultare la sezione dedicata https://www.blsitalyvisa.com/cameroon/page/family_reunion

PER FIGLI/E

  1. Formulario di domanda di visto nazionale di lungo soggiorno (D), debitamente compilato e firmato.
  2. Due (2) fototessere recenti a colori su sfondo bianco (3,5 x 4,5 cm).
  3. Originale e fotocopia della carta d’identità del richiedente e di entrambi genitori (fotocopia).
  4. Documento di viaggio in corso di validità (minimo quindici mesi) e fotocopia delle prime due pagine e di quelle in cui figurano gli ultimi visti e timbri d’entrata e d’uscita dal territorio italiano e camerunese.
  5. Nulla Osta al ricongiungimento familiare.
  6. Fotocopia leggibile del permesso di soggiorno del familiare invitante.
  7. Copia conforme dell’atto di nascita legalizzata al Ministero degli Affari Esteri del Paese di nascita e traduzione in lingua italiana effettuata da un traduttore accreditato.
  8. Atto di assenso all’espatrio recente (meno di 3 mesi) dell’altro genitore da produrre presso un commissariato se il genitore in questione è residente in Camerun, o presso l’autorità competente in Italia o nel Paese di residenza all’estero (in questi ultimi casi, necessario fornire il permesso di soggiorno).
  9. Prenotazione del biglietto aereo (da fornire su richiesta) ed eventuale indicazione d’accompagnamento della compagnia aerea per i minori di 14 anni che viaggiano da soli.
  10. Nel caso in cui il richiedente (per i minori, la persona che ne esercita la responsabilità genitoriale) non possa seguire personalmente la sua pratica, sarà necessario fornire una delega alla persona incaricata e la fotocopia della carta d’identità valida del delegato.

PER IL/LA CONIUGE

  1. Formulario di domanda di visto nazionale di lungo soggiorno (D), debitamente compilato e firmato.
  2. Due (2) fototessere recenti a colori su sfondo bianco (3,5 x 4,5 cm).
  3. Originale e fotocopia della carta d’identità.
  4. Documento di viaggio in corso di validità (minimo quindici mesi) e fotocopia delle prime due pagine e di quelle in cui figurano gli ultimi visti e timbri d’entrata e d’uscita dal territorio italiano e camerunese.
  5. Nulla Osta al ricongiungimento familiare.
  6. Fotocopia leggibile del permesso di soggiorno del familiare invitante.
  7. Copia conforme dell’atto di matrimonio legalizzata al Ministero degli Affari Esteri e traduzione in lingua italiana effettuata da un traduttore accreditato.
  8. Prenotazione del biglietto aereo (da fornire su richiesta).
  9. Nel caso in cui il richiedente non possa seguire personalmente la sua pratica, sarà necessario fornire una delega alla persona incaricata e la fotocopia della carta d’identità valida del delegato.

 PER I GENITORI

  1. Formulario di domanda di visto nazionale di lungo soggiorno (D), debitamente compilato e firmato.
  2. Due (2) fototessere recenti a colori su sfondo bianco (3,5 x 4,5 cm).
  3. Originale e fotocopia della carta d’identità.
  4. Documento di viaggio in corso di validità (minimo quindici mesi) e fotocopia delle prime due pagine e di quelle in cui figurano gli ultimi visti e timbri d’entrata e d’uscita dal territorio italiano e camerunese.
  5. Nulla Osta al ricongiungimento familiare.
  6. Fotocopia leggibile del permesso di soggiorno del familiare invitante.
  7. Copia conforme dell’atto di nascita dell’invitante legalizzata al Ministero degli Affari Esteri del Paese di nascita e traduzione in lingua italiana effettuata da un traduttore accreditato.
  8. Copia conforme del libretto di famiglia o del certificato di vita collettiva legalizzata al Ministero degli Affari Esteri e traduzione in lingua italiana effettuata da un traduttore accreditato.
  9. Originali e fotocopie delle ultime 6 ricevute comprovanti l’invio di denaro dell’invitante al richiedente o altri documenti dimostranti la presa in carico finanziaria.
  10. Se il richiedente ha più di 65 anni, qualora abbia altri figli nel Paese d’origine o di provenienza, documentazione comprovante che questi non possano prendersi cura di lui per gravi problemi di salute.
  11. Prenotazione del biglietto aereo (da fornire su richiesta).
  12. Nel caso in cui il richiedente non possa seguire personalmente la sua pratica, sarà necessario fornire una delega alla persona incaricata e la fotocopia della carta d’identità valida del delegato.
Documenti utili
Categorie
Non categorizzato

Ambasciata Italiana al Cairo

EGITTO

Ambasciata Italiana al Cairo

Indirizzo
15, Abdel Rahman Fahmy Str., Garden City, Il Cairo, Egitto
https://goo.gl/maps/yyvTaHkUY6T9YX569 

Contatti
Telefono: +20 (0)2 27943194 |+20 (0)2 27943195 |+20 (0)2 27940658| Fax: +20 (0)2 27940657

email: ambasciata.cairo@esteri.it | visti.cairo@esteri.it

Segretaria dell’Ambasciatore, Sig.ra Gladys Edem Eta
Telefono +234 803 6590715

email: abuja.segreteria@esteri.it 

Orari di apertura
Agenzia Visti ALMAVIVA EGITTO dalla domenica al giovedì dalle 9:00 alle 17:00.

INFORMAZIONI PER IL RICONGIUNGIMENTO FAMILIARE

Previa autorizzazione “Nulla Osta” da parte dell’Ufficio Immigrazione

1. Registrarsi sul sito ALMAVIVA Egitto Visa Application Center e creare un account
2. Selezionare il tipo di visto e verificare l’elenco dei documenti richiesti
3. Compilare modulo online inserendo le informazioni richieste. Puoi anche completare il modulo senza effettuare il login.
4. Prenotare un appuntamento e, per confermare, pagare il servizio di AlmavivA Egitto di 650 EGP cada persona tramite il payment online.
5. Presentarsi di persona nel giorno del proprio appuntamento con anticipo e con tutti i documenti richiesti in originale e copia
6. Pagamento dei servizi aggiuntivi opzionali ed i diritti consolari presso il centro visti, e raccolta dei dati biometrici. 

 

Certificato di matrimonio tradotto in italiano e legalizzato dall’Ufficio Consolare dell’Ambasciata italiana al Cairo
Passaporto in corso di validità, con scadenza superiore di almeno 3 mesi, con almeno n.2 pagine bianche e con fotocopia della pagina con le informazioni relative all’identità e la validità e tutte le pagine contenenti un visto Schengen, USA o UK
Sentenza di divorzio: se il coniuge residente in Italia ha avuto un precedente divorzio, sentenza/sentenza di divorzio tradotta in italiano e legalizzata dall’Ufficio Consolare dell’Ambasciata italiana al Cairo
Attestato di ‘Stato di famiglia‘ (Certificato stato di famiglia
Certificazione del tutore locale. Se entrambi i genitori sono residenti in Italia, non è richiesta la certificazione di opposizione del tutore locale.
– Fotocopia della carta d’identità
Permesso di soggiorno
Nulla Osta Sportello Unico per l’immigrazione
Modulo di domanda di visto in originale compilata, datata e firmata dal richiedente
Certificato di Stato di famiglia rilasciato dalla competente Autorità egiziana tradotto in italiano e legalizzato dall’Ufficio consolare dell’Ambasciata italiana al Cairo
– N.2 fotografie identiche, formato 40 x 50 mm, fatte da meno di 6 mesi, a colori e su sfondo chiaro
Certificato di nascita per tutti i minori di età inferiore ai 18 anni, con nome del padre e della madre

Passaporto in corso di validità, con scadenza superiore di almeno 3 mesi, con almeno n.2 pagine bianche e con fotocopia della pagina con le informazioni relative all’identità e la validità e tutte le pagine contenenti un visto Schengen, USA o UK
Certificato di nascita per tutti i minori di età inferiore ai 18 anni, con nome del padre e della madre
Certificato di morte del coniuge (se applicabile)
Nulla Osta Sportello Unico per l’immigrazione
Permesso di soggiorno del figlio/a che ha richiesto l’autorizzazione al ricongiungimento familiare in Italia
– N.2 fotografie identiche, formato 40 x 50 mm, fatte da meno di 6 mesi, a colori e su sfondo chiaro
Modulo di domanda di visto in originale compilata, datata e firmata dal richiedente.
Prova della rimessa di denaro inviata dal/la figlio/a residente in Italia al/i genitore/i negli ultimi 24 mesi o dichiarazione giurata attestante che il padre/madre è economicamente dipendente dal figlio/a residente in Italia.
– Fotocopia della carta d’identità
Prova di residenza all’estero. Se altri figli/figlie risiedono fuori dall’Egitto, dimostrare la loro residenza all’estero
Certificato di Stato di famiglia rilasciato dalla competente Autorità egiziana debitamente tradotto in italiano e legalizzato dall’Ufficio consolare dell’Ambasciata d’Italia al Cairo

– Attestato di ‘Stato di famiglia’ (Certificato stato di famiglia)
– Fotocopia della carta d’identità
Modulo di domanda di visto in originale compilata, datata e firmata dal richiedente
– N.2 fotografie identiche, formato 40 x 50 mm, fatte da meno di 6 mesi, a colori e su sfondo chiaro
Certificato di Stato di famiglia rilasciato dalla competente Autorità egiziana debitamente tradotto in italiano e legalizzato dall’Ufficio consolare dell’Ambasciata d’Italia al Cairo
Certificazione del tutore locale. Se entrambi i genitori sono residenti in Italia, non è richiesta la certificazione di opposizione del tutore locale
Certificato di nascita per tutti i minori di età inferiore ai 18 anni, con nome del padre e della madre
Permesso di soggiorno
Nulla Osta Sportello Unico per l’immigrazione
Passaporto in corso di validità, con scadenza superiore di almeno 3 mesi, con almeno n.2 pagine bianche e con fotocopia della pagina con le informazioni relative all’identità e la validità e tutte le pagine contenenti un visto Schengen, USA o UK

Documenti utili
Categorie
Non categorizzato

Ambasciata italiana a Dhaka

banglasdesh

Ambasciata Italiana a Dhaka

Indirizzo

Bay’s Edgewater, NE (N) 12 North Avenue, 3rd Floor, Gulshan 2, Dhaka 1212

https://goo.gl/maps/yHTUnNkUwKZWPeXeA 

Contatti

I recapiti telefonici sono i seguenti:

+88028832781 Centralino

+88028832782 Centralino

+88028832783 Centralino

Ufficio visti

+88028832781

+88028832782

+88028832783

Email: visti.dhaka@esteri.it

PEC: amb.dhaka@cert.esteri.it

La Sede rispetta la settimana islamica che prevede il venerdì ed il sabato come giorni di riposo mentre la domenica è lavorativo.

 

INFORMAZIONI PER IL RICONGIUNGIMENTO FAMILIARE

 

L’Ambasciata collabora con l’agenzia VISTI VFS Visa and Legalization Application Centre

e-mail: info.itbd@vfshelpline.com 

Telefono: +880 9606777666 / +880 966611384 (da telefono cellulare)

DHAKA

Borak Menhur 51/B, Kemal Ataturk Avenue, Banani, 1213 – Dhaka

CHATTOGRAM

World Trade Center Chittagong, (Quinto Piano), 102/103 Agrabad CA, Commerce College Road, Chittagong – 4100.

L’ufficio del VFS di Chittagong è competente per i distretti Bandarban, Brahmanbaria, Chandpur, Chittagong, Comilla, Cox’s Bazaar, Feni, Khagrachhari, Lakshimpur, Noakali, Rangamati. I residenti in tali distretti dovranno necessariamente presentare le richieste di visto per motivi familiari a tale Ufficio, solo tramite appuntamento da prendere attraverso il sito web

I servizi di traduzione e legalizzazione e la ricezione delle richieste di visto vengono effettuati dall’Agenzia VFS presso il Visa and Legalization Application Centre, A J Heights, Ground Floor, Cha-72/1/D, Progoti Sarani, North Badda, Dhaka 1212. 

Gli orari sono i seguenti:

– Traduzioni e legalizzazioni, dalla domenica al giovedì, dalle 14 alle 16. [Traduttori ufficiali autorizzati: Tradusoft.com Translation Agency, ‘NAWER SAGUFTA’, 136, Link Road, Middle Badda, Apt. A1, 2nd Floor – tel. 01776015230; EXINSO Ltd., House 63/4 (1st Floor), Progoti Sharani, North Badda, Dhaka 1212, Tel: 01797-412712, Email: onubad.italy@yahoo.com]

– Richieste di visto, dalla domenica al giovedì, dalle 9 alle 12.

– Riconsegna documenti e passaporti, dalla domenica al giovedì, dalle 16 alle 17.

 

Modulo D firmato e compilato 

– Due foto formato tessera, recenti e uguali. Le foto devono essere fatte secondo il format ICAO (4.0 x 3.5 cm, foto a colori con sfondo bianco, scattate negli ultimi 6 mesi).

– Passaporto in corso di validità + una fotocopia. Il passaporto deve avere una validità residua di almeno 18 mesi dal momento della presentazione della domanda di visto. Il passaporto deve avere almeno due pagine visti non utilizzate. Allegare una copia di tutte le pagine del libretto.

– Nulla Osta emesso da non oltre 6 mesi dallo Sportello Unico per l’Immigrazione.

– In caso di figli minori, consenso al rilascio del visto sottoscritto dall’altro genitore 

– documentazione comprovante lo status di familiare o coniuge del cittadino straniero residente in Italia 

Dichiarazione di accompagno (per minori di anni 14 – art.14 Legge 1185/1967)

Documentazione comprovante la parentela con la persona invitante per richiedenti che desiderano ricongiungersi con il/la coniuge in Italia 

Per i richiedenti musulmani

– “Nikah Nama” in bengalese e in inglese (in originale e legalizzato dal Ministero degli Affari Esteri). La data della celebrazione (colonna n. 12 del “Nikah Nama”) e data di registrazione del matrimonio (colonna no. 24 del “Nikah Nama”), volume, pagina, serie devono essere menzionati nel certificato di matrimonio. In caso di seconde nozze di qualunque dei coniugi i richiedenti dovranno produrre ogni documentazione utile al fine di comprovare lo scioglimento del matrimonio precedente (certificato di divorzio “Talak Nama” in originale e legalizzato dal Ministero degli Affari

Per i richiedenti non musulmani: 

– “Marriage act” tradotto in inglese e legalizzato dal Ministero degli Affari Esteri 

– In caso di matrimonio celebrato per telefono o in videoconferenza, qualora disponibile, la registrazione della celebrazione. In ogni caso il “Nikah Nama” rilasciato per tali tipologie di matrimonio deve confermare la presenza fisica del funzionario competente (Kazi) 

– Certificato di Stato di Famiglia rilasciato dalle autorità locali competenti in originale e legalizzato dal Ministero degli Affari Esteri 

Per i richiedenti che intendono ricongiungersi con i figli in Italia:

– Certificato di matrimonio “Nikah Nama” in bengalese e in inglese per i richiedenti musulmani e “marriage act” per i richiedenti non musulmani (in originale e legalizzato dal Ministero degli Affari Esteri) 

– Certificato di nascita del/la figlio/a residente in Italia rilasciato dalle autorità locali che riporta i nomi dei genitori (in originale)  

– Rimesse valutarie o prova di bonifici in favore del genitore invitato a comprova del rapporto “a carico” 

Per i minori che intendono ricongiungersi con i genitori in Italia:

– Assenso di ambedue i genitori o del tutore 

– Copia del passaporto dei genitori o del tutore  

– Certificato di nascita del/la figlio/a residente in Italia rilasciato dalle autorità locali che riporta i nomi dei genitori (in originale)  

– Lo status di “tutore” deve essere comprovato da idonea documentazione rilasciata dal competente Tribunale per i minori del Bangladesh 

Se il richiedente desidera ricongiungersi con il coniuge

– Copia autenticata di tutte le pagine di tutti i passaporti posseduti dall’invitante dalla data del matrimonio

Per richiedenti non cittadini del Bangladesh:

– Oltre alla documentazione di cui sopra, è richiesto un valido Permesso di Soggiorno del Bangladesh

Genitori che desiderino riunirsi con i propri figli:

– Devono dimostrare di essere a carico del/la figlio/a invitante presentando bonifici o rimesse valutarie dall’Italia in loro favore per gli ultimi 6 mesi

Documenti utili
Certificato del matrimonio telefonico
Checklist documenti per ricongiungimento familiare
Dichiarazione di accompagno (per minori di anni 14
Modulo di richiesta per il visto D
Categorie
Non categorizzato

Ambasciata italiana a Baghdad

IRAQ

Ambasciata Italiana a Baghdad

Indirizzo

FOB Fernandez (Tigris Compound), West Wing – Villa n. 9, Baghdad International Zone, Iraq

https://goo.gl/maps/Vny8V12P4dkVVhraA

Contatti

Tel: 009647505010505 / 009647505010606

Ufficio del capo missione

Recapiti telefonici: +964 7505010505 / +964 7505010606 (centralino)

Indirizzo e-mail: baghdad.segreteria@esteri.it / ambasciata.baghdad@esteri.it

PEC: amb.baghdad@cert.esteri.it 

Ufficio visti

e-mail: visti.baghdad@esteri.it

INFORMAZIONI PER IL RICONGIUNGIMENTO FAMILIARE

Possono presentare domanda di visto tutti i cittadini iracheni residenti nel territorio della Repubblica dell’Iraq, fatta eccezione per coloro i quali risiedono in Kurdistan che devono rivolgersi al Consolato d’Italia in Erbil.

L’indirizzo: Gulan Street (262) UB Plaza Building, 1st floor – Bakhtiyary, 48640 Arbil Iraq.

I contatti: 00964-66-2101990 e 00964-66-2101992.

La presentazione della domanda di visto è consentita ai cittadini di Paesi terzi, soggetti a obbligo di visto, che siano legalmente residenti in Iraq.

Per i visti di lungo soggiorno la domanda dovrà essere presentata di persona, non è possibile delegare altre persone, sebbene non sia richiesta l’acquisizione delle impronte digitali.

La domanda di visto può essere presentata previo appuntamento:

  1. presso l’agenzia di outsourcing VFS GLOBAL Baghdad.

Al-Yarmuk Qr., 4th Street, Jordan intersection 0781.370.3233 info.italyiraq@vfshelpline.com dalla domenica al giovedi dalle 8,30 alle 15;

         2. presso l’agenzia di outsourcing VFS GLOBAL Bassora  

Shanshol Mall, floor 2 0780.733.0199 info.italyiraq@vfshelpline.com    dalla domenica al giovedi dalle 8,30 alle 15;

         3. presso l’Ufficio Visti dell’Ambasciata

FOB Fernandez (Tigris Compound), West Wing, Villa 9

visti.baghdad@esteri.it  

Attenzione: i richiedenti dovranno accedere autonomamente nella Zona Internazionale (Green Zone) dove ha sede l’Ambasciata.

Costi: per ogni domanda di visto è previsto il pagamento dei diritti consolari indicati secondo la tabella qui scaricabile. Inoltre, è previsto il pagamento di tariffe aggiuntive qualora si utilizzino i servizi forniti dall’agenzia di outsourcing VFS GLOBAL.

–  Modulo di domanda compilato e firmato 

– Fototessera recente (formato passaporto) 

– Passaporto valido almeno tre mesi oltre la scadenza del visto richiesto 

–  Carta d’identità (gensiya) 

– Se straniero residente in Iraq, permesso di soggiorno o visto valido 

– Nulla Osta dello Sportello Unico per l’Immigrazione 

– Documento d’identità o permesso di soggiorno del familiare residente in Italia 

– Stato di famiglia iracheno del richiedente in originale, accompagnato da una traduzione in italiano, legalizzata dal Ministero degli Affari Esteri dell’Iraq 

– Documentazione emessa da autorità irachene comprovante il rapporto di parentela: certificato di nascita, certificato di matrimonio, in originale, accompagnata da una traduzione in italiano, legalizzata dal Ministero degli Affari Esteri dell’Iraq 

– Se il richiedente minore degli anni 18 non vivrà in Italia insieme ad entrambi i genitori, il genitore che rimarrà in Iraq dovrà prestare il proprio consenso per atto pubblico, da presentarsi in originale, accompagnato da una traduzione in italiano, legalizzata dal Ministero degli Affari Esteri dell’Iraq. Il genitore che rimarrà in Iraq dovrà essere presente in Ambasciata il giorno dell’intervista, insieme al richiedente. 

IMPORTANTE: In caso di documenti in arabo, devono essere accompagnati da una traduzione in inglese, francese o italiano effettuata da un traduttore ufficiale.

Documenti utili
Documenti richiesti per il ricongiungimento familiare
Modulo di richiesta per il visto D