Categorie
Non categorizzato

Ambasciata italiana a Teheran

Iran

Ambasciata Italiana a Teheran

Competenze per cittadini e cittadine residenti in Iran e in Afghanistan

Indirizzo

Tehran, Nofel Loshato St, MCW5+PM7, Iran

https://goo.gl/maps/kiS6sAiR1xpdKEGQ7

Contatti

Tel.  0098 21 88783498; 0098 21 88190160

PEC: amb.teheran.consolare@cert.esteri.it 

E-mail: consolato.teheran@esteri.it (servizi consolari), visti.teheran@esteri.it (visti)

INFORMAZIONI PER IL RICONGIUNGIMENTO FAMILIARE

Previa autorizzazione “Nulla Osta” da parte dell’Ufficio Immigrazione, è necessario seguire i seguenti passaggi: 

  1. Prepara i documenti necessari per la domanda di visto (elenco completo consultabile sotto).
  2. Trasferisci la tassa di prenotazione, compilando l’apposito modulo. Il deposito sara’ restituito durante la presentazione della domanda. Maggiori informazioni nella sezione dedicata del sito. 
  3. Prenota l’appuntamento online sul sito.
  4. Per visualizzare l’appuntamento, clicca qui.
  5. Presentati presso gli uffici VisaMetric il giorno del appuntamento.  L’Ufficio di VisaMetric si trova in Shiraz Building 1st Floor, No 137, Cross 21st Street, Khaled Islambouli, 15139, Teheran. telefono: 00 98 21 88 70 03 43  Clicca qui per avere maggiori informazioni sugli orari di apertura e gli indirizzi degli uffici.
  6. Per monitorare lo stato della tua domanda inserisci il numero di passaporto e “barcode Number” (8 digits) nella sezione dedicata del sito.
  7. Una volta terminata l’elaborazione, è possibile ritirare nuovamente il passaporto presentando la carta d’identità. 

Modulo di domanda debitamente compilato e firmato dal richiedente. 

– Due recenti foto a colori (dimensioni 35mm x 40mm con sfondo bianco)

– Passaporto valido (valido per almeno 3 mesi dopo la scadenza del visto).

– Copia della prima pagina del passaporto , copia di qualsiasi visto Schengen precedente contimbri di uscita e ingresso.

– Lettera di autorizzazione (NULLA OSTA) rilasciata dallo “Sportello Unico per l’Immigrazione”della Prefettura competente in Italia per un periodo non superiore a sei mesi.

– Lo straniero residente in Italia deve presentare copia del permesso di soggiorno

– Documentazione attestante lo stato di familiare o coniuge dello straniero residente in Italia.

– Stampa originale o in copia del biglietto aereo o della prenotazione del volo confermata.

Visa Fee: 116 EURO

Richieste di visto per ricongiungimento familiare per cittadini/e AFGHANI con permesso di soggiorno in Italia 

I/le cittadini/e di nazionalità afghana potranno presentare domanda di visto di ingresso, sia di breve che di lungo periodo, presso le Ambasciate e i Consolati d’Italia nei Paesi terzi dove essi sono “legalmente presenti”.

Ogni nucleo familiare dovrà compilare e presentare insieme alle domande di visto l’allegato modulo, assieme agli altri documenti richiesti (vedi sotto). 

DOCUMENTAZIONE: 

– Modulo di domanda compilato e firmato dal richiedente.

– 2 foto recenti a colori (formato 35 mm x 40 mm con sfondo bianco e in conformità con l’I.C.A.O.).

– Passaporto con validità di un anno oltre la data di scadenza del visto, con almeno due pagine bianche.

– Copia della prima pagina del passaporto e di eventuali visti Schengen precedenti.

– NULLA OSTA rilasciata dallo Sportello Unico per l’Immigrazione della Prefettura competente in Italia

– Copia del permesso di soggiorno del familiare residente in Italia

– Originale o copia della prenotazione aerea o del biglietto aereo

I documenti relativi allo stato civile e al rapporto di parentela sono elencati di seguito:

– Originale del certificato di matrimonio in lingua dari insieme alla sua traduzione in inglese (Green Book)

– Carta d’identità originale di ciascun richiedente in lingua dari con relativa traduzione in inglese (tazkira)

– Carta d’identità originale del familiare residente in Italia con traduzione in inglese

– Certificato di nascita di ciascun richiedente e relativa traduzione in inglese

Documenti necessari in caso di matrimonio per procura:

– Versione originale e tradotta della procura rilasciata all’avvocato che ha rappresentato legalmente lo sposo/la sposa durante l’iter burocratico per il rilascio del documento.

– Traduzione in inglese della procura.

– Lettera di accettazione originale dell’avvocato.

– Traduzione in inglese della lettera di accettazione.

– Carta d’identità originale dell’avvocato insieme alla sua versione tradotta.

Nel caso in cui chi richiede il visto non sia in possesso di uno o di tutti i documenti di cui sopra, oppure i documenti non sono vidimati dalle autorità afghane o legalizzati dall’Ambasciata d’Italia a Kabul, il richiedente il Ricongiungimento familiare residente in Italia è tenuto a compilare un’autodichiarazione ai sensi del DPR 445/2000 in cui si assume la responsabilità delle dichiarazioni rese.

Il rilascio di questo tipo di visto richiede solitamente 90 giorni dalla trasmissione della domanda alla Cancelleria Consolare dell’Ambasciata d’Italia.

 

Documenti utili
Documenti utili per cittadini/e afghani
Categorie
Non categorizzato

Ambasciata italiana a Pechino

cina

Ambasciata Italiana a Pechino

Indirizzo

San Li Tun Dong Er Jie, Nr. 2 – 100600 Pechino – Repubblica Popolare Cinese

https://goo.gl/maps/g66fmtcHLR6Lefbt7 

Contatti

Tel.: +86 10 8532.7600 fax: +86 10 6532.4676 (Cancelleria) 

Indirizzi di posta elettronica certificata (PEC)

– amb.pechino@cert.esteri.it

– amb.pechino.consolare@cert.esteri.it (Cancelleria Consolare)

– amb.pechino.visti@cert.esteri.it (Settore Visti)

Cancelleria Consolare

– Sezione visti

E-mail: info.italychina@vfshelpline.com

Indirizzo: East 101, Floor B1, Block C, Guanghua Lu SOHO II, No. 9 Guanghua Lu, Chaoyang District, Beijing, China, 100020

Orari: dal lunedì al venerdì dalle ore 09:00 alle ore 17:00

Gli appuntamenti vengono fissati per la mattina, dalle ore 9.00 alle ore 11.30:

È possibile accedere alla Sezione visti della Cancelleria Consolare solamente a seguito di appuntamento confermato da parte dell’Ambasciata o di intervista organizzata per tramite dell’outsourcer Italy Visa Application Centre (IVAC)

Attenzione: i richiedenti dovranno portare con sé la stampa della conferma dell’appuntamento 

Ufficio Visti 

Email: visti.pechino@esteri.it

Telefono: 0086.010.85327639; da contattare dal lunedì al venerdì dalle ore 9:30 alle ore 11:00 (lingue parlate: cinese, inglese, italiano).

INFORMAZIONI PER IL RICONGIUNGIMENTO FAMILIARE

L’Ambasciata collabora con l’agenzia VISTI Italy Visa Application Centre (IVAC)

La domanda di visto può essere presentata direttamente presso i Centri visti in outsourcing Italy Visa Application Centre, senza necessità di fissare prima un appuntamento.

Ecco le principali sedi di riferimento:

GUANGZHOU: Room 288, 2nd floor, Chengjian Mansion, No.189 Tiyu West Road, Tianhe District, Guangzhou

images-Guangzhou-map

Orari: dal lunedì al venerdì 08:00 – 15:00

SHANGHAI: 3F, Jiushi Commercial Building, No. 213, Sichuan Middle Road Shanghai 200002 China

images-Shanghai-map

Orari: lunedì, mercoledì e venerdì 09:00 – 12:00

PECHINO: East 101, Floor B1, Block C, Guanghua Lu SOHO II, No. 9 Guanghua Lu, Chaoyang District, Beijing, China, 100020

https://goo.gl/maps/qLZG7Nu7Kt6Bod9

Attenzione: questa sede è temporaneamente chiusa!

I centri visti che fanno riferimento all’Ambasciata d’Italia a Pechino che si trovano nelle seguenti città, Jinan, Pechino, Shenyang, Wuhan, Xi’an, sono temporaneamente chiusi.

Alla Sezione Visti della Cancelleria Consolare è possibile accedere solamente a seguito di:

– appuntamento confermato da parte dell’Ambasciata (solitamente i tempi di attesa per un appuntamento sono di circa dieci giorni lavorativi).

– intervista organizzata per tramite dell’Italy Visa Application Centre (IVAC)

È possibile recarsi direttamente presso il Centro visti IVAC, oppure dopo aver preso appuntamento tramite questo link

Orari apertura, lunedì – venerdì: 

  • consegna domande visto individuali dalle 8:00 alle 15:00
  • restituzione passaporti e call center dalle 8:00 alle 17:00

La domanda di visto potrà essere presentata presso i Consolati nelle seguenti città cinesi: Canton, Chongqing, Shanghai

e presso i centri visti nelle seguenti città cinesi: Changsha, Chengdu, Chongqing, Fuzhou, Guangzhou, Hangzhou, Kunming, Nanjing, Shanghai, Shenzhen. 

I cittadini cinesi residenti a Hong Kong o a Macao devono presentare domanda di visto presso il Consolato Generale d’Italia ad Hong Kong.

Previa autorizzazione “Nulla Osta” da parte dell’Ufficio Immigrazione:

Modulo di richiesta visto Nazionale, in originale. Il formulario deve essere compilato in lingua inglese o italiana, oppure in cinese pinyin, e firmato dal richiedente visto (per i cittadini cinesi è obbligatorio firmare in caratteri, non si accetta la firma in pinyin). I formulari dei richiedenti minori di anni 18 dovranno essere firmati da almeno uno dei genitori o di chi ne ha la patria potestà.

– Una fotografia recente, formato tessera (4.0 x 3.5 cm), a colori con sfondo bianco

-Passaporto in corso di validità, originale + due fotocopie. Deve avere una validità residua di almeno 3 mesi dal momento della prevista uscita dall’area Schengen ed essere stato rilasciato non oltre 10 anni fa. Il passaporto deve avere almeno due pagine visti non utilizzate. 

– Prenotazione aerea volo di andata, in copia: la documentazione attestante la prenotazione deve contenere il nome del richiedente, la città di partenza e quella di arrivo. Al fine di evitare spese non necessarie, si ricorda che la conferma della prenotazione può essere effettuata a seguito del rilascio del visto.

– Nulla Osta rilasciato dal competente Sportello Unico per l’Immigrazione per motivi familiari o familiari al seguito. Il Nulla Osta viene inviato telematicamente all’Ufficio Consolare, si prega comunque di portarne copia al momento della domanda.

– Prova dello status familiare, Certificato (matrimonio, nascita o parentela, etc.) attestante il rapporto con il cittadino non-UE residente in Italia. Il certificato deve essere tradotto in italiano, e legalizzato sia dal Ministero degli Esteri cinese, sia dall’Ambasciata d’Italia a Pechino. 

– Per richiedenti minori di anni 18, permesso all’espatrio (in originale + copia) firmato da uno o da entrambi i genitori naturali che non risiedono legalmente in Italia, legalizzato dal Ministero degli Esteri cinese e dall’Ambasciata d’Italia a Pechino. Nel caso uno dei genitori sia deceduto, certificato di morte legalizzato dal Ministero degli Esteri cinese e dall’Ambasciata d’Italia a Pechino.

– Assicurazione sanitaria: è necessario presentare un’assicurazione valida per l’intera area Schengen. L’assicurazione deve coprire eventuali spese mediche, di ricovero ospedaliero e di rimpatrio fino ad almeno 30.000 euro. L’assicurazione deve coprire il periodo iniziale di previsto soggiorno nell’area Schengen. Occorre portare sia l’originale che la copia.

– Lettera di delega per la consegna/ritiro del passaporto (qualora il richiedente non faccia domanda di visto di persona e qualora intenda autorizzare soggetti terzi al ritiro del passaporto)-, firmata dal richiedente, in cui si indica il nome della persona autorizzata e i suoi contatti. Il soggetto autorizzato, dovrà presentarsi munito di documenti di identità e di copia dello stesso, assieme ad una lettera di impiego. 

 

Documenti opzionali: è consentito presentare documenti aggiuntivi non indicati nella presente lista, qualora i richiedenti li considerino utili a giustificare/spiegare lo scopo del viaggio.

Documenti utili
Categorie
coi

Niger: informazioni sulla disponibilità e l’accessibilità delle cure di salute mentale e neurologia in Niger, con specifica attenzione ai profilo dei migranti e rifugiati. Dicembre 2022

Scarica il PDF

 1,237 Visite totali

Categorie
coi

Pakistan: Informazioni sulla presa in carico delle vittime di trauma in Pakistan, considerando la disponibilità e l’accesso alle cure di salute mentale. Dicembre 2022

Scarica PDF

 1,066 Visite totali