Ambasciata italiana a Teheran

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Iran

Ambasciata Italiana a Teheran

Competenze per cittadini e cittadine residenti in Iran e in Afghanistan

Indirizzo

Tehran, Nofel Loshato St, MCW5+PM7, Iran

https://goo.gl/maps/kiS6sAiR1xpdKEGQ7

Contatti

Tel.  0098 21 88783498; 0098 21 88190160

PEC: amb.teheran.consolare@cert.esteri.it 

E-mail: consolato.teheran@esteri.it (servizi consolari), visti.teheran@esteri.it (visti)

INFORMAZIONI PER IL RICONGIUNGIMENTO FAMILIARE

Previa autorizzazione “Nulla Osta” da parte dell’Ufficio Immigrazione, è necessario seguire i seguenti passaggi: 

  1. Prepara i documenti necessari per la domanda di visto (elenco completo consultabile sotto).
  2. Trasferisci la tassa di prenotazione, compilando l’apposito modulo. Il deposito sara’ restituito durante la presentazione della domanda. Maggiori informazioni nella sezione dedicata del sito. 
  3. Prenota l’appuntamento online sul sito.
  4. Per visualizzare l’appuntamento, clicca qui.
  5. Presentati presso gli uffici VisaMetric il giorno del appuntamento.  L’Ufficio di VisaMetric si trova in Shiraz Building 1st Floor, No 137, Cross 21st Street, Khaled Islambouli, 15139, Teheran. telefono: 00 98 21 88 70 03 43  Clicca qui per avere maggiori informazioni sugli orari di apertura e gli indirizzi degli uffici.
  6. Per monitorare lo stato della tua domanda inserisci il numero di passaporto e “barcode Number” (8 digits) nella sezione dedicata del sito.
  7. Una volta terminata l’elaborazione, è possibile ritirare nuovamente il passaporto presentando la carta d’identità. 

Modulo di domanda debitamente compilato e firmato dal richiedente. 

– Due recenti foto a colori (dimensioni 35mm x 40mm con sfondo bianco)

– Passaporto valido (valido per almeno 3 mesi dopo la scadenza del visto).

– Copia della prima pagina del passaporto , copia di qualsiasi visto Schengen precedente contimbri di uscita e ingresso.

– Lettera di autorizzazione (NULLA OSTA) rilasciata dallo “Sportello Unico per l’Immigrazione”della Prefettura competente in Italia per un periodo non superiore a sei mesi.

– Lo straniero residente in Italia deve presentare copia del permesso di soggiorno

– Documentazione attestante lo stato di familiare o coniuge dello straniero residente in Italia.

– Stampa originale o in copia del biglietto aereo o della prenotazione del volo confermata.

Visa Fee: 116 EURO

Richieste di visto per ricongiungimento familiare per cittadini/e AFGHANI con permesso di soggiorno in Italia 

I/le cittadini/e di nazionalità afghana potranno presentare domanda di visto di ingresso, sia di breve che di lungo periodo, presso le Ambasciate e i Consolati d’Italia nei Paesi terzi dove essi sono “legalmente presenti”.

Ogni nucleo familiare dovrà compilare e presentare insieme alle domande di visto l’allegato modulo, assieme agli altri documenti richiesti (vedi sotto). 

DOCUMENTAZIONE: 

– Modulo di domanda compilato e firmato dal richiedente.

– 2 foto recenti a colori (formato 35 mm x 40 mm con sfondo bianco e in conformità con l’I.C.A.O.).

– Passaporto con validità di un anno oltre la data di scadenza del visto, con almeno due pagine bianche.

– Copia della prima pagina del passaporto e di eventuali visti Schengen precedenti.

– NULLA OSTA rilasciata dallo Sportello Unico per l’Immigrazione della Prefettura competente in Italia

– Copia del permesso di soggiorno del familiare residente in Italia

– Originale o copia della prenotazione aerea o del biglietto aereo

I documenti relativi allo stato civile e al rapporto di parentela sono elencati di seguito:

– Originale del certificato di matrimonio in lingua dari insieme alla sua traduzione in inglese (Green Book)

– Carta d’identità originale di ciascun richiedente in lingua dari con relativa traduzione in inglese (tazkira)

– Carta d’identità originale del familiare residente in Italia con traduzione in inglese

– Certificato di nascita di ciascun richiedente e relativa traduzione in inglese

Documenti necessari in caso di matrimonio per procura:

– Versione originale e tradotta della procura rilasciata all’avvocato che ha rappresentato legalmente lo sposo/la sposa durante l’iter burocratico per il rilascio del documento.

– Traduzione in inglese della procura.

– Lettera di accettazione originale dell’avvocato.

– Traduzione in inglese della lettera di accettazione.

– Carta d’identità originale dell’avvocato insieme alla sua versione tradotta.

Nel caso in cui chi richiede il visto non sia in possesso di uno o di tutti i documenti di cui sopra, oppure i documenti non sono vidimati dalle autorità afghane o legalizzati dall’Ambasciata d’Italia a Kabul, il richiedente il Ricongiungimento familiare residente in Italia è tenuto a compilare un’autodichiarazione ai sensi del DPR 445/2000 in cui si assume la responsabilità delle dichiarazioni rese.

Il rilascio di questo tipo di visto richiede solitamente 90 giorni dalla trasmissione della domanda alla Cancelleria Consolare dell’Ambasciata d’Italia.

 

Documenti utili
Documenti utili per cittadini/e afghani
Evidenza

Sportello giuridico IUS CON-SAPIENZA

Il progetto CON Sapienza promuove un’iniziativa pubblica e gratuita, istituendo uno sportello legale che si concentra sulle problematiche giuridiche che coinvolgono le persone migranti. Questo

 1,057 Visite totali,  142 visite odierne

Continua a leggere »