Categorie
Covid Evidenza Regole e comportamenti Salute

Vaccini anti-Covid 19: traduzioni dei moduli di consenso e delle informative

L’INMP- Istituto Nazionale Salute, Migrazioni e Povertà, su richiesta del Ministero della Salute, ha realizzato le traduzioni dei moduli di consenso e delle informative dei vaccini anti Covid-19 (Comirnaty di Pfizer/BioNTech, Moderna, Vaxzevria di AstraZeneca, Janssen di Johnson&Johnson) nelle lingue inglese, francese, rumeno e arabo.
I moduli sono scaricabili e utilizzabili dai centri vaccinali.
Categorie
corsi Minori Regole e comportamenti

Contest U-Report On The Move: OPS! – La tua Opinione, oltre ogni Pregiudizio, contro gli Stereotipi!

Se hai tra i 14 e i 24 anni, sei arrivato/a in Italia da un altro Paese e vuoi dire la tua sui pregiudizi razziali, il contest OPS! – La tua Opinione, oltre ogni Pregiudizio, contro gli Stereotipi fa al caso tuo! 

Cosa aspetti? Continua a leggere e scopri come partecipare: hai tempo fino al 26 agosto! 

Che cos’è OPS? 

OPS! – La tua Opinione, oltre ogni Pregiudizio, contro gli Stereotipi è il contest UNICEF promosso dalla piattaforma U-Report On The Move e rivolto a ragazze e ragazzi migranti e rifugiati per combattere i pregiudizi, gli stereotipi e il razzismo.  

Il contest nasce dall’idea che per superare i pregiudizi e il razzismo bisogna prima di tutto esserne consapevoli. Attraverso il racconto della tua esperienza, puoi aiutare qualcuno a ripensare alle proprie parole e azioni e a dire “OPS! Ho sbagliato!” 

Per questo, ti chiediamo di raccontarci la tua storia e darci la tua opinione, rispondendo ad una di queste due domande: 

1Ti è mai capitato di pensare “OPS! Questa cosa che è stata detta a me (o ad altri) è un pregiudizio razziale, ma nessuno se ne è accorto”?

Raccontaci com’è andata e come hai reagito o avresti voluto reagire!

Oppure

2) Qual è il pregiudizio razziale più insolito che hai mai sentito o  o vissuto di persona? Raccontaci com’è andata, come hai reagito o come avresti voluto reagire! 

Cosa si vince? 
I vincitori del contest riceveranno dei coupon fino al valore di 200 euro per l’acquisto di musica, articoli di elettronica e molto altro! 

In più, i vincitori avranno l’opportunità di iniziare dei corsi di formazione, che si terranno a partire da settembre 2021 e li porteranno a realizzare una campagna contro il razzismo e a presentarla pubblicamente a marzo 2022!

… Dubbi, domande, perplessità? 

 Se hai dubbi o domande su come partecipare al contest, o vuoi supporto, scrivi a ureportonthemove@gmail.com o sui nostri canali Messenger!

Iniziativa promossa da 

Categorie
Covid Evidenza Regole e comportamenti Salute

Il nuovo Decreto: le restrizioni per zone

LE RESTRIZIONI PER ZONE
In questo articolo, costantemente aggiornato, sono indicate le aree di criticità dell’Italia, divise per colore (zona rossa, arancione, gialla e bianca) e le principali misure restrittive previste dagli ultimi Decreti.

AREA BIANCA
Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Lombardia, Marche, Molise, Piemonte, Provincia Autonoma di Bolzano, Provincia Autonoma di Trento, Puglia, Sardegna, Sicilia, Toscana, Umbria, Valle d’Aosta, Veneto

AREA GIALLA

AREA ARANCIONE

AREA ROSSA

AREA BIANCA

  • Riapertura normale dei servizi, sospensione del coprifuoco e delle restrizioni di movimento.

  • Niente coprifuoco, si può circolare liberamente a qualsiasi ora.

  • Spostamenti verso zona bianca senza limiti relativi all’orario o motivo di spostamento.

  • Spostamenti verso zona gialla, senza dover giustificare il motivo, rispettando le restrizioni d’orario vigenti in zona gialla.

  • Consumazione all’interno di bar e ristoranti a pranzo e cena.

  • Apertura centri commerciali anche nei giorni festivi e prefestivi.

  • Apertura di mostre e musei.

  • Apertura di sale giochi, sale scommesse, bingo e slot machine.

  • Apertura di piscine, palestre, teatri e cinema.

AREA GIALLA
  • Dal 7 giugno il coprifuoco è fissato dalle 24 alle 5 del mattino. Dal 21 giugno anche in zona gialla è sospeso il coprifuoco.
  • Apertura dei centri commerciali anche nei giorni festivi e prefestivi.
  • Apertura di musei e mostre.
  • Consumazione all’interno di bar e ristoranti a pranzo e cena.
  • Fino al 1° luglio, sospensione di attività di sale giochi, sale scommesse, bingo e slot machine anche nei bar e tabaccherie.
  • Apertura di piscine all’aperto (al chiuso, dal 1° luglio), palestre, centri sportivi, teatri e cinema.
  •  

Gli spostamenti devono essere giustificati in qualche modo? È necessario produrre un’autodichiarazione?
Dalle 5 alle 24 non è necessaria l’autodichiarazione. Dalle 24 alle 5, si deve essere sempre in grado di dimostrare che lo spostamento rientra tra quelli consentiti.

Posso andare ad assistere un parente o un amico non autosufficiente?
Sì, è una condizione di necessità e quindi non sono previsti limiti orari. Tra le 22 e le 5 è comunque necessaria l’autodichiarazione.

Sono separato/divorziato, posso andare a trovare i miei figli minorenni?
Sì. Gli spostamenti per raggiungere i figli minorenni presso l’altro genitore o comunque presso l’affidatario, oppure per condurli presso di sé, sono consentiti anche tra Comuni di aree differenti.

Ci si può spostare per andare in chiesa o negli altri luoghi di culto?
Sì, solo dalle 5 alle 24.

Se abito in un Comune e lavoro in un altro, posso fare “avanti e indietro”?

Chi si trova fuori dal proprio domicilio, abitazione o residenza potrà rientrarvi?
Sì.

Audio | Le restrizioni per zone

Audio | Festività pasquali

Categorie
Covid Evidenza Regole e comportamenti Salute

Campagna di Vaccinazione anti Covid-19

A partire dal 27 dicembre, i paesi dell’UE hanno iniziato la campagna di vaccinazione.

Categorie di persone da vaccinare in via prioritaria: 

  • Operatori sanitari e sociosanitari
  • Residenti e personale dei presidi residenziali per anziani (RSA) 
  • Persone di età avanzata

     

INFORMAZIONI GENERALI

  • I vaccini anti Covid 19 sono GRATUITI
  • I vaccini anti Covid 19 sono per TUTTI (italiani e stranieri)
  • I vaccini anti Covid NON verranno somministrati ai minori di 16 anni.
  • Il vaccino anti Covid 19 NON è obbligatorio ma è importante raggiungere il più alto numero di persone per fermare la diffusione del virus.
  • I vaccini attualmente autorizzati dall’EMA prevedono la somministrazione di due dosi a distanza di qualche settimana in base al tipo di vaccino.
  • Le persone che sono state positive al Covid 19 potranno vaccinarsi.
  • Con l’aumento delle dosi di vaccino, si inizierà a sottoporre a vaccinazione tutte le altre categorie di popolazione.

Fonte: FAQ sito governo

Categorie
Covid Evidenza Regole e comportamenti

Spostamenti, 6 cose da sapere

ZONA GIALLA

Basilicata, Calabria, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Lombardia, Marche, Molise, Piemonte, Provincia autonoma di Trento, Puglia, Sardegna, Sicilia, Umbria, Veneto 

Gli spostamenti devono essere giustificati in qualche modo? È necessario produrre un’autodichiarazione?
Dalle 5 alle 22 non è necessaria l’autodichiarazione. Dalle 22 alle 5, si deve essere sempre in grado di dimostrare che lo spostamento rientra tra quelli consentiti.

Posso andare ad assistere un parente o un amico non autosufficiente?
Sì, è una condizione di necessità e quindi non sono previsti limiti orari. Tra le 22 e le 5 è comunque necessaria l’autodichiarazione.

Sono separato/divorziato, posso andare a trovare i miei figli minorenni?
Sì. Gli spostamenti per raggiungere i figli minorenni presso l’altro genitore o comunque presso l’affidatario, oppure per condurli presso di sé, sono consentiti anche tra Comuni di aree differenti.

Ci si può spostare per andare in chiesa o negli altri luoghi di culto?
Sì, solo dalle 5 alle 22.

Se abito in un Comune e lavoro in un altro, posso fare “avanti e indietro”?

Chi si trova fuori dal proprio domicilio, abitazione o residenza potrà rientrarvi?
Sì.

ZONA ARANCIONE

Abruzzo, Campania, Provincia Autonoma di Bolzano, Toscana, Valle d’Aosta

Gli spostamenti devono essere giustificati in qualche modo? È necessario produrre un’autodichiarazione?
Dalle 5 alle 22 non è necessario motivare gli spostamenti all’interno del proprio comune. Per spostamenti verso altri Comuni, nonché dalle 22 alle 5 anche all’interno del proprio comune, si deve essere sempre in grado di dimostrare che lo spostamento rientra tra quelli consentiti, anche mediante autodichiarazione che potrà essere resa su moduli prestampati già in dotazione alle forze di polizia statali e locali.

Posso andare ad assistere un parente o un amico non autosufficienti?
Sì, è una condizione di necessità e quindi non sono previsti limiti orari.

Sono separato/divorziato, posso andare a trovare i miei figli minorenni?
Sì. Gli spostamenti per raggiungere i figli minorenni presso l’altro genitore o comunque presso l’affidatario, oppure per condurli presso di sé, sono consentiti anche tra Comuni di aree differenti.

Ci si può spostare per andare in chiesa o negli altri luoghi di culto?
Sì, dalle 5 alle 22. Invece, dalle 22 alle 5, vige un regime degli spostamenti analogo a quello relativo alla zona rossa.

Se abito in un Comune e lavoro in un altro, posso fare “avanti e indietro”?
In questi casi lo spostamento è giustificato per esigenze lavorative, se non è possibile lavorare da casa.

Chi si trova fuori dal proprio domicilio, abitazione o residenza potrà rientrarvi?
Sì, si potrà rientrare, comunque, per la prima volta. Successivamente, gli spostamenti saranno consentiti solo negli ambiti e per i motivi seguenti: esigenze lavorative, situazioni di necessità, motivi di studio o di salute o per svolgere attività o usufruire di servizi non disponibili nel proprio Comune (per esempio andare all’ufficio postale o a fare la spesa, se non ci sono tali uffici o punti vendita nel proprio Comune).

ZONA ROSSA

Gli spostamenti devono essere giustificati in qualche modo? È necessario produrre un’autodichiarazione?
Si deve essere sempre in grado di dimostrare che lo spostamento rientra tra quelli consentiti, anche mediante autodichiarazione che potrà essere resa su moduli prestampati già in dotazione alle forze di polizia statali e locali.

Posso andare ad assistere un parente o un amico non autosufficienti?
Sì, è una condizione di necessità.

Sono separato/divorziato, posso andare a trovare i miei figli minorenni?
Sì. Gli spostamenti per raggiungere i figli minorenni presso l’altro genitore o comunque presso l’affidatario, oppure per condurli presso di sé, sono consentiti anche tra Comuni di aree differenti.

Ci si può spostare per andare in chiesa o negli altri luoghi di culto?
È possibile raggiungere il luogo di culto più vicino a casa, intendendo tale spostamento per quanto possibile nelle prossimità della propria abitazione. Infatti, l’accesso ai luoghi di culto è consentito, purché si evitino assembramenti e si assicuri tra i frequentatori la distanza non inferiore a un metro. Possono essere raggiunti i luoghi di culto in occasione degli spostamenti comunque consentiti, cioè quelli determinati da esigenze lavorative o da necessità, e che si trovino lungo il percorso già previsto. È altresì consentito partecipare alle funzioni religiose.

Se abito in un Comune e lavoro in un altro, posso fare “avanti e indietro”?
In questi casi lo spostamento è giustificato per esigenze lavorative, se non è possibile lavorare da casa.

Chi si trova fuori dal proprio domicilio, abitazione o residenza potrà rientrarvi?
Sì, si potrà rientrare, comunque, per la prima volta. Successivamente, gli spostamenti saranno consentiti solo negli ambiti e per i motivi seguenti: esigenze lavorative, situazioni di necessità, motivi di studio o di salute o per svolgere attività o usufruire di servizi non disponibili nel proprio Comune (per esempio andare all’ufficio postale o a fare la spesa, se non ci sono tali uffici o punti vendita nel proprio Comune).

Categorie
Regole e comportamenti

INFORMAZIONI e MODULI SUI LOCKDOWN LOCALI

Aggiornato al 23 ottobre 2020
CALABRIA

Dal 23 ottobre è vietato spostarsi su tutto il territorio regionale, dalle ore 24:00 alle ore 5:00 del giorno successivo. Fanno eccezione:

✓ gli spostamenti dovuti a motivi di lavoro;
✓ gli spostamenti dovuti a situazioni di necessità o d’urgenza, o per motivi di salute.

Per giustificare gli spostamenti sarà necessario esibire una autodichiarazione, scaricabile qui: [LINK]

Tutti gli aggiornamenti per la regione Calabria: [LINK]

CAMPANIA

Dal 23 ottobre è vietato spostarsi dalla provincia della propria abitazione verso altre province della Campania. Fanno eccezione:

✓ gli spostamenti dovuti a motivi di lavoro;
✓ gli spostamenti dovuti a comprovati motivi di natura familiare;
✓ gli spostamenti dovuti a esigenze scolastiche;
✓ gli spostamenti dovuti a situazioni di necessità o d’urgenza, o per motivi di salute.

Per giustificare gli spostamenti sarà necessario esibire una autodichiarazione, scaricabile qui: [LINK]

È in ogni caso consentito il rientro presso la propria abitazione.

Tutti gli aggiornamenti per la regione Campania: [LINK]

LAZIO

Dalla notte di venerdì 23 ottobre sono vietati tutti gli spostamenti in orario notturno, dalle ore 24:00 alle ore 5:00 del giorno successivo. Fanno eccezione:

✓ i lavoratori che si spostano dalla propria casa al luogo di lavoro e viceversa;
✓ gli spostamenti dovuti a situazioni di necessità o d’urgenza, o per motivi di salute.

Per giustificare gli spostamenti sarà necessario esibire una autodichiarazione, scaricabile qui: [LINK]

Tutti gli aggiornamenti per la regione Lazio: [LINK]

LOMBARDIA

Sono vietati tutti gli spostamenti in orario notturno, dalle ore 23:00 alle ore 5:00 del giorno successivo. Fanno eccezione:

✓ gli spostamenti dovuti a motivi di lavoro;
✓ gli spostamenti dovuti a situazioni di necessità o d’urgenza, o per motivi di salute.

Per giustificare gli spostamenti sarà necessario esibire una autodichiarazione, scaricabile qui: [LINK]

È consentito in ogni caso fare rientro presso la propria abitazione.

Tutti gli aggiornamenti per la regione Lombardia: [LINK]

PIEMONTE

Da lunedì 26 ottobre al 13 novembre 2020:

Sono vietati tutti gli spostamenti in orario notturno, dalle ore 23:00 alle ore 5:00 del giorno successivo. Fanno eccezione:

✓ gli spostamenti dovuti a motivi di lavoro;
✓ gli spostamenti dovuti a situazioni di necessità o d’urgenza, o per motivi di salute.

È consentito in ogni caso fare rientro presso la propria abitazione.

Tutti gli aggiornamenti per la regione Piemonte: [LINK]

SICILIA

Dal 24 ottobre:

Sono vietati tutti gli spostamenti in orario notturno, dalle ore 23:00 alle ore 5:00 del giorno successivo. Fanno eccezione:

✓ gli spostamenti dovuti a motivi di lavoro;
✓ gli spostamenti dovuti a situazioni di necessità o d’urgenza, o per motivi di salute.

È consentito in ogni caso fare rientro presso la propria abitazione.

Tutti gli aggiornamenti per la regione Sicilia: [LINK]

Categorie
Evidenza Regole e comportamenti

Misure urgenti di contenimento del contagio sull’intero territorio nazionale – Valide sino al 13 novembre 2020

Utilizzo obbligatorio delle mascherine
Le mascherine devono essere indossate:
  • In tutti i luoghi chiusi esclusa la propria abitazione
  • in tutti i luoghi all’aperto
L’uso della mascherina NON è obbligatorio nei casi di:
  • bambini di età inferiore ai sei anni
  • persone con patologie o disabilità incompatibili con l’uso della mascherina
  • svolgimento attività sportiva
  • Fatte salve queste eccezioni, è sempre obbligatorio mantenere la distanza di sicurezza di almeno un metro dalle altre persone.
✓Possono essere utilizzate le mascherine di comunità, ovvero mascherine monouso o mascherine lavabili, anche auto-prodotte, purché adatte a fornire una adeguata protezione.
Sport e attività motoria
✓ È consentito svolgere attività motoria (es. camminata veloce) rispettando la distanza di almeno 1 metro✓ È consentito svolgere attività sportiva (es. corsa) rispettando la distanza di almeno 2 metri✓ È consentita l’attività sportiva di base e l’attività motoria presso palestre, piscine, centri e circoli sportivi (pubblici e privati) purché nel rispetto delle norme di distanziamento sociale e senza alcun assembramento.✘ Sport amatoriale: sono vietate tutte le gare, le competizioni e le attività connesse agli sport di contatto amatoriali.✓ Sono consentiti gli sport di contatto da parte delle società professionistiche e dalle associazioni e società dilettantistiche riconosciute dal Comitato olimpico nazionale italiano (CONI), dal Comitato italiano paralimpico (CIP), Discipline sportive associate ed enti di promozione sportiva, idonei a prevenire o ridurre il rischio di contagio.✓ Competizioni sportive (es. stadi): è consentita la presenza di pubblico fino al 15% della capienza e comunque mai oltre 1000 spettatori all’aperto e 200 al chiuso. Va garantita la distanza di un metro e la misurazione della febbre all’ingresso.
Eventi, spettacoli, cinema, discoteche
✓ Cinema, teatri e concerti sono autorizzati a condizione che sia rispettata la distanza di sicurezza di almeno 1 metro, e con un numero massimo di 1000 spettatori per spettacoli all’aperto e 200 spettatori per spettacoli al chiuso.✘ Sono vietate le attività che abbiano luogo in sale da ballo e discoteche, all’aperto o al chiuso.✓Sono consentite le fiere e i congressi, a condizione che siano osservate le distanze sociali e le misure di contenimento prescritte.✓Sono consentite le manifestazioni pubbliche soltanto in forma statica, a condizione che siano osservate le distanze sociali e le misure di contenimento prescritte.
Feste private al chiuso o all’aperto
✘Sono vietate le feste private al chiuso o all’aperto ed è fortemente raccomandato di ricevere in casa propria non più di 6 persone non conviventi.
Ristoranti, bar, pub, pasticcerie, gelaterie
  • Le attività dei servizi di ristorazione sono consentite fino alle ore 24:00 con consumo al tavolo e fino alle ore 21:00 in assenza di consumo al tavolo.
✓È consentita la ristorazione con consegna a domicilio, nel rispetto delle normative vigenti.
Scuola
✘Sono vietate le gite scolastiche.
Categorie
Evidenza Regole e comportamenti Salute

Utilizzo obbligatorio delle mascherine

Non hai il permesso di visualizzare questo contenuto.
Categorie
Covid Evidenza Minori Regole e comportamenti Salute

Rientriamo a scuola in sicurezza

Finalmente è arrivato il momento di preparare lo zaino. Quest’anno, insieme a libri e quaderni, dobbiamo metterci anche alcune nuove abitudini.

I materiali della campagna istituzionale dedicata al personale scolastico, alle famiglie, alle studentesse e agli studenti per accompagnare la ripresa delle lezioni e favorire l’adozione delle nuove abitudini da rispettare.

(Fonte: Ministero della Salute)

MISURA LA TEMPERATURA
Fallo ogni giorno prima di uscire. Se hai più di 37.5°, o sintomi riconducibili al Covid-19, resta a casa e contatta il medico.

LAVA SPESSO LE MANI
E usa i prodotti igienizzanti messi a disposizione all’interno del tuo Istituto.

SEGUI LA SEGNALETICA
Ingressi e uscite sono differenziati, segui le indicazioni predisposte dalla tua scuola.

SCARICA L’APP IMMUNI
Se hai dai 14 anni in su, scaricala subito. L’App consente di rilevare un’eventuale esposizione al Covid-19.

MANTIENI LA DISTANZA
Evita ogni assembramento. Mantieni sempre almeno un metro di distanza fra te e gli altri.

INDOSSA LA MASCHERINA
Portala sempre quando sei in movimento o negli spazi comuni. Al banco, se è rispettato il metro di distanza, puoi toglierla. Sotto i 6 anni non è prevista.

INFORMATI SUGLI INGRESSI
È previsto un solo accompagnatore per studentessa/studente. Puoi informarti sulle regole per l’accesso sul sito della tua scuola.

PROTEGGENDO NOI STESSI, PROTEGGIAMO ANCHE GLI ALTRI

Categorie
Regole e comportamenti

Numeri utili

800 905 570

📞Numero verde per richiedenti asilo e rifugiati

Servizio di assistenza e consulenza legale, mediazione socio-linguistica e accompagnamento ai percorsi di integrazione, rivolto a richiedenti asilo e rifugiati. Il numero è raggiungibile anche tramite Lycamobile: 3511376335

Orari: dal lunedì al venerdì, dalle 9.30 alle 17.30. Mail: numeroverderifugiati@gmail.com

800 99 99 77

📞SOS diritti

Sos diritti per la regolarizzazione risponde dal lunedì al venerdì dalle 9:00 alle 13:00 e dalle 14:30 alle 18:30. Il numero gratuito SOS Diritti risponde alle richieste di informazioni sulle nuove regolarizzazioni attualmente possibili per chi lavora in agricoltura o in servizi di cura alla persona.

+39 3510221390

📞Orientamento Sanitario per stranieri

Per tutti coloro che non hanno un medico di base o che vorrebbero sostegno e orientamento, si può chiamare questo numero di telefono per un consulto medico e/o psicologico.

1522

📞Numero Antiviolenza

Numero gratuito, 1522 (chiamate e messaggi whatsapp) attivo 24h, in 5 lingue (italiano, inglese, francese, spagnolo e arabo) per tutte le persone che subiscono o hanno subito violenza. Numero gratuito 800290290, attivo 24h, specifico per le persone vittime di tratta e sfruttamento.