COI - Country of Origin Information

Servizio di ricerca per quesiti specifici

Cos’è
Un servizio di ricerca per quesiti specifici attivato a partire dalla collaborazione tra ARCI e ASGI – Associazione Studi Giuridici Immigrazione, nell’ambito delle attività del Numero Verde per Richiedenti Asilo e Rifugiati.

Chi sono i destinatari
Il servizio, in fase sperimentale, è attualmente rivolto esclusivamente ai soci ASGI e agli/alle operatori/trici ARCI coinvolti nelle diverse fasi della procedura di protezione internazionale (prima domanda, ricorso, reiterata).

Oggetto
Lo scopo del servizio, piuttosto che garantire la messa a disposizione di report o COI generali per Paese di origine, consiste nel supporto all’indagine di profili di ricerca specifica, di maggiore complessità, legati al caso individuale.

Questito COI
Step 1 – Introduzione e metodologia

Il presente servizio di ricerca COI è una attività che segue il modello delle ricerche “a richiesta” (cd “query system”). In questo senso si intende provvedere ricerche relative a quesiti caratterizzati da un determinato grado di dettaglio, approfondimenti non immediatamente o difficilmente reperibili. In questo senso non si svolgeranno ricerche eccessivamente ampie, generiche o non circostanziate (ad es: “ Informazioni sulla sicurezza del Paese XX”). In questo caso, si provvederà esclusivamente alla elaborazione e all’invio di una mera compilazione di fonti COI (sotto forma di link) adeguate e rilevanti. Differentemente, i quesiti specifici (ad. es.: “informazioni sulla sicurezza nella regione XX, del Paese XX, nel periodo XX), verranno esauriti ed elaborati sotto forma di rapporto di ricerca. Le diverse fonti utilizzate verranno citate, condividendo l’eventuale link di accesso e la data di consultazione. L’eventuale ricorso a fonti dubbie o non verificate verrà espressamente menzionato e sottolineato nella nota metodologica di ogni singolo rapporto.

Le ricerche verranno svolte consultando le diverse fonti internazionali disponibili. Qualora si reputasse necessaria la consultazione di fonti primarie (o comunque dislocate nei Paesi di Origine), verrò condivisa la metodologia ad hoc utilizzata.

Step 2 – ambito di indagine

Non sussistono particolari limiti ai campi di indagine. In questo senso verranno considerati i quesiti a prescindere dalla tematica indagata, che potrebbe riguardare (a titolo meramente indicativo), informazioni su:

  • condizioni sicurezza;
  • usi e costumi;
  • salute (accesso alle cure, fenomeni di stigmatizzazione);
  • identificazioni geografiche o linguistiche;
  • legislazioni e implementazioni delle norme;
  • eventi storici, politici;
  • atteggiamenti sociali rispetto a un dato profilo soggettivo o oggettivo;
  • varie
Step 3  – Il formulario

Per formulare un quesito COI si prega di rispondere ai campi previsti nel successivo formulario, condividendo i dati necessari alla identificazione dell’ambito di ricerca. I risultati del questionario verranno inoltrati all’Ufficio di ricerca, che provvederà quindi alla elaborazione del report e alla sua successiva condivisione.

Si prega in particolare modo di compilare il campo “contatti”, per essere contattati per chiarimenti o approfondimenti rispetto al quesito posto.

Nota Privacy:  I dati di contatto verranno trattati nel rispetto della normativa privacy vigente e  non verranno riportati sul rapporto pubblicato. Al momento dell’invio del quesito si accetta al trattamento degli stessi dati ai sensi  e per gli effetti degli artt. 13 e 23 del D. L.gs. n. 196/2003 

Campi formulario (i campi obbligatori sono contrassegnati dall’asterisco * )

Dati utente
Contesto del quesito
Profili di dettaglio
Step 4 – Il report

Il rapporto di ricerca, una volta elaborato, verrà inviato direttamente al richiedente, e quindi condiviso su questa pagina dedicata di JumaMap. L’Ufficio si impegna ad esaurire le ricerche in tempo utile rispetto al termine assegnato, o comunque entro le due settimane successive alla ricezione del quesito. Resta salva la possibilità di rimodulare e riorganizzare le tempistiche, in accordo con il richiedente. I rapporti saranno condivisi in formato .pdf e verranno considerati aggiornati alla data di pubblicazione. Nel corso del tempo, all’eventuale ricorrere di quesiti analoghi, eventualmente gli stessi rapporti potrebbero essere aggiornati, dandone esplicita menzione. I rapporti prediligono il ricorso alla tecnica della citazione in originale  delle fonti consultate (anziché quella del riassunto). Considerati integralmente, i rapporti possono essere scaricati e utilizzati (garantendo, in caso di utilizzo, il richiamo alla fonte).

Materiali utili

Aprile 2022

Tunisia: informazioni sulla disponibilità e accesso alle cure di salute mentale in casi di disturbi patologici della personalità; informazioni sulla disponibilità e accesso a terapie di gestione e trattamento del disturbo da uso di oppiacei

Aprile 2022

Algeria: informazioni sulla figura degli Harragas e prosecuzione in caso di rientro in Algeria

Aprile 2022

Guinea-Bissau: informazioni rispetto alla incidenza e ai trattamenti per tubercolosi

Aprile 2022

Tunisia: informazioni sulla disponibilità e l’accessibilità delle cure per diabete e informazioni generali sul sistema sanitario tunisino

Marzo 2022

Tunisia: informazioni su fenomeni di stigmatizzazione e discriminazione delle persone affette da disabilità

Marzo 2022

Bangladesh: informazioni sopra la figura del “ Sardar” (ruolo e compiti nelle comunità Bede)

Novembre 2021

Tunisia: incidenza della epilessia (contesto sociale e disponibilità farmacologica)

Giugno 2021

Nigeria: matrimonio d’amore tra gli Esan. Presenza di taboo di incesto intercomunitari. Matrimonio forzato riparatore.

2013